Categories Menu

Pubblicato by il feb 25, 2019 in Articolo slideshow, News |

Atleti russi sugli scudi nella gara in tecnica libera Alle Viote dominano la 30 Km Maltsev e Soboleva

Atleti russi sugli scudi nella gara in tecnica libera Alle Viote dominano la 30 Km Maltsev e Soboleva

È stata una domenica “mondiale” quella vissuta dalla «Bondone Nordic Ski Marathon». La 30 km a tecnica libera è stata infatti dominata dalla coppia composta da Artem Maltsev e Alexey Chervotkin, alfieri della nazionale russa, che hanno approfittato della vicinanza tra Trento e Seefeld (località tirolese che sta ospitando i Campionati mondiali di fondo) per cimentarsi nella gara delle Viote, anche in preparazione dei prossimi appuntamenti iridati. Per entrambi si è trattato di un ritorno sul Monte Bondone, dove nella scorsa estate con la propria nazionale si erano preparati con gli skiroll alla stagione invernale. Una seconda giornata, dunque, con forti tinte internazionali, dopo le sfide in tecnica classica del sabato, che avevano incoronato Francesco Ferrari ed Elisa Perenzoni nella 30 Km, Stefano Mich e Marta Gentile nella 15 Km. In tutto la quinta edizione della gara organizzata dall’Asd Charly Gaul Internazionale e dall’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, ha quindi portato sulle nevi delle Viote circa 450 concorrenti, 200 sabato e 250 ieri.
Oggi i due russi, nell’occasione portacolori del Team Futura, hanno confermato il proprio feeling con il Trentino, dimostrandosi fin da subito “fuori categoria” per la comunque qualificata concorrenza. Maltsev (due ori e tre argenti ai Mondiali juniores) e Chervotkin (un argento olimpico e uno mondiale con la staffetta russa), reduce dal successo in Val Casies, già dai primi chilometri hanno fatto gara a sé, mantenendo ottimi ritmi per entrambe le tornate e giocandosi tutto nelle ultime centinaia di metri: di fatto non c’è stato sprint, perché Maltsev (1h05’05”) ha messo subito il turbo, garantendosi la prima piazza davanti al connazionale, attardato di tre secondi. La gara dei “terrestri” ha visto l’agordino Lorenzo Busin (Team Trentino Robinson) conquistare il secondo podio in due giorni dopo il terzo posto nella 30 km a tecnica classica di ieri. Per assegnare l’ultimo gradino del podio è stato necessario un emozionante sprint, che ha visto il veneto beffare l’altoatesino Julian Brunner (Team Futura), vincitore un anno fa sulle nevi delle Viote e oggi staccato di 4’26” dai fuoriclasse russi. Alle spalle dei primi quattro, il rumeno Eegor Sorin e l’altro russo Artem Zhmurko, altri due nomi che confermano l’internazionalità della competizione trentina.
Straordinaria pure la prestazione di Elena Soboleva, dominatrice della 30 km femminile in 1h12’59” e settima assoluta a tagliare il traguardo delle Viote: la russa, che in dicembre è salita sul podio in Coppa del Mondo, pure lei parte della nazionale che sta affrontando i mondiali di Seefeld, ha rifilato 10’35” alla veneta del Cus Trento Marta Gentile (ieri trionfatrice nella 15 km a tecnica classica) e 22’32” alla lombarda dello Sci Club Valsassina Elisabetta Amici.
Nella 15 km maschile successo del padrone di casa Stefano Detassis (Gs Marzola), che dopo il terzo posto di ieri nella “corta” a tecnica classica oggi ha composto un terzetto con Busin e Brunner per poi svoltare verso l’arrivo e tagliare il traguardo a braccia alzate dopo 34’07”. Al secondo posto si è piazzato un altro atleta provinciale, ovvero Marco Mosconi (Sci Fondo Val di Sole), che ha tenuto il ritmo di Sorin e Zhmurko prima di scegliere la versione breve della gara, chiudendo a 46” da Detassis. A completare il podio tutto trentino, l’ex nazionale e portacolori del Team Trentino Robinson Loris Frasnelli, giunto sotto l’arco d’arrivo 2’21” dopo il vincitore, in una giornata in cui era debilitato da un virus stagionale.
La 15 km femminile ha visto invece primeggiare la giovane altoatesina Judith Moroder (Gardena Raffeisen), che ha chiuso in 39’49”, con un ampio distacco sulla valtellinese Consuelo Confortola (Sporting Club Livigno) e sulla trentina Patrizia Panizza (Sci Fondo Val di Sole), attardata rispettivamente di 5’11” e 5’39”.
La seconda giornata della quinta edizione della Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon ha assegnato anche i punti di Coppa Italia Cittadini e Master in tecnica libera. Nelle classifiche per categorie della 30 km, primi posti a Eegor Sorin (M1), Francesco Merlini (Sci Nordico Terme Euganee, M2), Paolo Sommavilla (Team Futura, M3), Mauro Marcomini (Triathlon Trentino, M4), Michela Mosele (Gsa Zanè, F1), Paola Leonardi (Lizzanella, F2), Elisabetta Amici (F3) e Carla Lagori (F4). Nelle varie categorie maschili della “corta”, i vincitori sono stati Loris Frasnelli (M1), Marco Mosconi (M2), Pier Luigi Pedergnana (M3), Silvano Berlanda (M4) e Ortensio Frigerio (M5). Passando alle classifiche delle varie categorie femminili della “corta”, nella F1 il primo posto è andato a Patrizia Panizza, nella F2 a Roberta Piron (Sci Nordico Terme Euganee), nella F3 a Laura Calissoni (Gs I Camosci), nella F4 a Maria Rita Chini (Sc Passo dopo Passo). PEGASOMEDIA