Categories Menu

News

GARNIGA ROLL’ 1ᵃ PROVA DI COPPA ITALIA. SCALARE IL BONDONE… CON GLI SKIROLL

Pubblicato by il 15:59 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

GARNIGA ROLL’ 1ᵃ PROVA DI COPPA ITALIA. SCALARE IL BONDONE… CON GLI SKIROLL

Il 13 ottobre Garniga Roll sul Monte Bondone – Dementiev del Team Futura c’è

Valevole anche come Camp. Ita. Master skiroll 2019 e Coppa Italia Master Cittadini 2020

Partenza alle ore 10 per tutte le categorie, da Garniga a località Viote sul Monte Bondone

Organizzazione affidata a Team Futura, Comune di Garniga e

APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi

Le località di Garniga Terme, Cimone e Aldeno sono situate sul versante meridionale del Monte Bondone, conosciute per l’atmosfera rilassata tra i dolci paesaggi del Trentino, ma anche per la possibilità di praticare sport all’aria aperta. Il tutto in una zona che fu anche teatro del Giro d’Italia nel 1955, in un contesto ideale anche per la nascita della ‘Garniga Roll’, gara di skiroll che il 13 ottobre celebrerà la 4.a edizione e fungerà da 1.a prova di Coppa Italia, Campionato Italiano Master 2019 e 1.a prova di Coppa Italia Master Cittadini 2020. Un mix ‘esplosivo’ per un contest che si disputerà in salita e in tecnica classica, partendo da Garniga per arrivare alla località Viote sul Monte Bondone, ‘elevato’ anche dalla presenza dell’olimpionico del Team Futura Evgenj Dementiev, vincitore del Mini Rollerski Tour Trentino e dell’ultima tappa di Coppa del Mondo sul Cermis parte della Fiemme Rollerski Cup.

Una squadra affiatata composta da Team Futura in collaborazione con il Comune di Garniga e con l’APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi offrirà la massima sicurezza e organizzazione agli skirollisti, che si troveranno ad affrontare strade in ottime condizioni sulle quali sprigionare il proprio ardore agonistico, con premiazioni conclusive alle ore 14 presso la Capanna Viote sul Monte Bondone.

L’orario di partenza sarà il medesimo per tutte le categorie in gara (ore 10) con gli Under 18 M, Under 20 M, Under 18 F, Under 20 F, Seniores F, Master MCM (M4+M5), Seniores M, Open ad affrontare 11 chilometri di “Garniga Roll”, mentre gli Under 16 M/F e Under 14 M/F affronteranno 5 km e i giovanissimi Under 12 M/F e Under 10 M/F rispettivamente 2 chilometri e 1 chilometro appena di percorrenza, con questi ultimi che saggeranno la disciplina e faranno esperienza. Le “volpi bianche” del Team Futura sono un gruppo dirigenziale affiatato composto da persone che si dedicano allo skiroll e al fondo con grande passione ed entusiasmo, e a Garniga gli skirollisti ne riceveranno la più lampante dimostrazione.

NEWSPOWER

IN VAL DI FIEMME SKIROLL A TUTTA SUL CERMIS LA COPPA A TANEL, EKBERG MORTAGNA E PROCHAZKOVA

Pubblicato by il 9:43 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

IN VAL DI FIEMME SKIROLL A TUTTA SUL CERMIS LA COPPA A TANEL, EKBERG MORTAGNA E PROCHAZKOVA

Gare spettacolari a chiudere una stagione ricca di colpi di scena

Un grande Dementiev in giornata. A Tanel la Coppa, al russo la gara e l’argento finale

Donne senior con le svedesi a fare bagarre, ma la Prochazkova è la campionessa

Tra gli junior gara e Coppa a Ekberg (SWE), Sordello straordinaria e Laura Mortagna d’oro

Matteo Tanel e Laura Mortagna, la sfera di cristallo al cielo dopo una stagione intensa sugli skiroll. L’Italia c’è perché oggi in Val di Fiemme, sul Cermis, non solo i due campioni – il primo di Bolzano, la seconda di S.Giustina Bellunese – hanno brindato alla grande, ma anche una splendida Elisa Sordello è stata capace di vincere il Mini Tour Rollerski Trentino ed un convincente Luca Curti 3˚ sul podio. Festeggiano anche gli scandinavi con la Coppa conquistata dallo svedese Johan Ekberg (Junior) e la Slovacchia con una fortissima Alena Prochazkova.

Difficile interpretare la gara di oggi. Gli atleti scattavano da Ziano in una pursuit (15 km maschi senior e 13 km tutti gli altri) con i distacchi accumulati nelle tre giornate precedenti del Mini Tour. Così gli arrivi sul Cermis non rispecchiano l’effettiva classifica di giornata, ma quella del Mini Tour, un po’ come succede nel Tour de Ski.

Primi a partire i senior maschi, con Tanel a sfoggiare davanti a tutti il pettorale giallo di leader di Coppa. È scattato con 37” su Curti e addirittura 55” sul russo Dementiev. L’altoatesino ha guidato la gara con grande determinazione lungo il fondovalle e già a Lago di Tesero, nel passaggio dentro lo stadio del fondo, alle sue spalle c’era un quartetto con Dementiev controllato da Curti, Emanuele Becchis e Kristoffersen. Appena infilata la salita del Cermis, gli ultimi tre chilometri di gara, Tanel ha sentito il fiato sul collo di Dementiev ed ai 1500 metri il russo ha sfoderato un sorpasso da manuale. Tanel aveva comunque in saccoccia un bel vantaggio, in Coppa s’intende. Così, saputo che il suo più diretto rivale Gustafsson era attardato, ha gestito la situazione arrivando sul Cermis alle spalle del russo, però con l’ottavo tempo di giornata. Curti ha chiuso terzo. Gustafsson sulla salita ha spinto molto, staccando il secondo miglior tempo di giornata e collezionando il settimo nel Mini Tour, che non è servito a conquistare quindi l’argento finale in Coppa, andato a Dementiev.

Molto equilibrata la gara junior. Johan Ekberg ha recitato il ruolo di protagonista col suo pettorale rosso di leader. Dietro il compagno di squadra Gisselman gli ha coperto le spalle per tutta la gara, finendo secondo davanti al norvegese Korsaeth. Non è mai entrato nella lotta per il podio il friulano Andrea Gartner, ma il suo quarto posto lo conferma tra i migliori di stagione.

Tra le donne la gara senior è vissuta sul confronto diretto tra le due svedesi Moa Olsson e Linn Soemskar opposte alla leader di Coppa, la slovacca Alena Prochazkova. Il bel lavoro di squadra non ha sovvertito il pronostico per la vittoria finale di Coppa. Le due svedesi sono finite nell’ordine sul Cermis e la slovacca col quarto posto si è assicurata la sfera di cristallo. Ultima gara di giornata quella delle junior, con l’Italia a puntare tutto sulla bellunese Laura Mortagna. È stata invece la gran giornata della cuneese Elisa Sordello. Partita 3.a con 27” dalla leader del Mini Tour Kovalova, ha recuperato man mano terreno passando poi a condurre sul Cermis e andando a vincere la sua prima gara di Coppa del Mondo. Una gran soddisfazione per la diciannovenne reginetta di giornata, con le due sorelle Mortagna a faticare in salita come non mai. Seconda sul Cermis si piazzava la Kovalova, terza la tedesca Lena Keck. Le due sorelle bellunesi arrivavano leggermente attardate ma alla resa dei conti, anzi dei punti, la Coppa scivolava nelle mani di Laura Mortagna, con argento al collo della straordinaria Sordello la quale, con la vittoria odierna, strappava il secondo posto ad Alba Mortagna finita così terza in Coppa.

Come sempre la regia del comitato fiemmese era di gran pregio, con i dominatori assoluti festeggiati con le sfere di cristallo in mano. Ora qualche giorno di pausa, poi tutti al lavoro per il “mondialino” di gennaio con tre giorni di Tour de Ski, tre di Coppa del Mondo di Combinata Nordica e due giornate di Coppa del Mondo di Salto Speciale, nei due stadi di Lago di Tesero e di Predazzo designati ad ospitare le Olimpiadi 2026.

Pursuit 15 km Men

1 DEMENTIEV Eugeniy RUS 39’12.8; 2 GUSTAFSSON Victor SWE 39’29.0; 3 CURTI Luca ITA 39’48.0

Pursuit 10 km Ladies

1 OLSSON Moa SWE 39’23.7; 2 SOEMSKAR Linn SWE 39’26.8; 3 CHERNOUSOVA Marina RUS 39’56.4

Pursuit 10 km Junior Men

1 EKBERG Johan SWE 34’36.1; 2 GISSELMAN Truls SWE 35’32.3; 3 KORSAETH Amund NOR 36’35.9

Pursuit 10 km Junior Ladies

1 SORDELLO Elisa ITA 42’34.0; 2 KOVALOVA Daryna UKR 43’48.9; 3 KECK Lena GER 44’21.5

 

Minitour Rollerski Trentino – Men

1 DEMENTIEV Eugeniy 1:21:19.8; 2 TANEL Matteo 1:21:31.5; 3 CURTI Luca 1:21:37.0

Minitour Rollerski Trentino – Ladies

1 SOEMSKAR Linn 1:07:53.8; 2 OLSSON Moa 1:08:35.7; 3 PROCHAZKOVA Alena 1:09:30.8

Minitour Rollerski Trentino – Junior Men

1 EKBERG Johan 1:00:38.1; 2 GISSELMAN Truls 1:01:40.3; 3 KORSAETH Amund 1:02:45.9

Minitour Rollerski Trentino – Junior Ladies

1 SORDELLO Elisa 1:14:25.0; 2 KOVALOVA Daryna 1:15:12.9; 3 RICHTER Merle 1:16:43.6

World Cup- Men

1 TANEL Matteo (p.777); 2 DEMENTIEV Eugeniy (653); 3 GUSTAFSSON Victor (648)

World Cup – Ladies

1 PROCHAZKOVA Alena (p.972); 2 SOEMSKAR Linn (952); 3 NIKOLAEVA Stlana (615)

World Cup – Junior Men

1 EKBERG Johan (p. 998); 2 SAULITIS Niks (435); 3 KORSAETH Amund (368)

World Cup – Junior Ladies

1 MORTAGNA Laura (p.538); 2 SORDELLO Elisa (534); 3 MORTAGNA Alba (437)

NEWSPOWER

FIEMME ROLLERSKI CUP: ANDRESEN VS GUSTAFSSON, TANEL ALLA RICERCA DELLA VALLE INCANTATA

Pubblicato by il 15:48 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

FIEMME ROLLERSKI CUP: ANDRESEN VS GUSTAFSSON, TANEL ALLA RICERCA DELLA VALLE INCANTATA

Fiemme Rollerski Cup sabato 14 e domenica 15 settembre in Trentino

Intervista a Ragnar Bragvin Andresen, leader di Coppa assieme a Gustafsson

Sabato a Ziano, domenica sull’Alpe Cermis per la Cermis Final Climb, skiroll che passione

Matteo Tanel terzo assoluto cerca di conquistare il titolo proprio in Val di Fiemme

Un norvegese e uno svedese a confronto. Tra Ragnar Bragvin Andresen e Victor Gustafsson non ci sarà l’accesa rivalità che nello sci di fondo coinvolse Petter Northug e Calle Halfvarsson (“Se Halfvarsson vince la Coppa mi ritiro” disse il norge), ma le scintille saranno assicurate sabato 14 e domenica 15 settembre in Val di Fiemme – in occasione della Fiemme Rollerski Cup – tutti insieme appassionatamente a tifare per il “terzo incomodo”, l’azzurro Matteo Tanel, strepitoso quest’anno nella Coppa del Mondo di skiroll.

I due scandinavi sono anche appaiati in vetta alla classifica, ma fra i due il norvegese sembra avere qualcosa in più per aggiudicarsi il titolo di Coppa del Mondo di skiroll – passione per la disciplina che per Andresen è nata casualmente: “Sono cresciuto a Sarpsborg, ad un’ora da Oslo. Al tempo non avevamo la neve artificiale, e a causa dei caldi inverni ancora oggi fatichiamo. Lo skiroll nacque così come naturale conseguenza della mia carriera sportiva, fin dall’infanzia”. Un impegno poi ridotto a causa del lavoro: “Ho iniziato a lavorare per lo sviluppo di sci e skiroll in Cina dal dicembre 2017, ma ho sempre fatto del mio meglio per rimanere in forma anche se non sono più professionista full time”.

I risultati di quest’estate sono stati sorprendenti e ora Ragnar si proietta sulla Fiemme Rollerski Cup, con le due tappe tra Ziano di Fiemme e l’Alpe Cermis: “Tra le due preferisco certamente la prima, ho davvero dei bei ricordi, soprattutto quando vinsi la team sprint mondiale nel 2015 (davanti a Noeckler e Pellegrino – ndr) assieme al mio grande amico Marius Caspersen Falla. Sul Cermis faccio invece più fatica, e le uphill in classico non sono il mio forte a causa dei miei problemi di schiena”.

Il norvegese cinque volte campione mondiale (2011 sprint, 2013, 2015 e 2017 team sprint, 2019 sprint) sfida Victor Gustafsson, una battaglia intensa durata per tutta la stagione: “Un sogno per me aver vinto così tante volte – prosegue Andresen – farò del mio meglio anche perché probabilmente sarà la mia ultima possibilità a causa degli impegni di lavoro. Non mi ritirerò, ma sarà difficile partecipare a tutte le tappe della stagione in futuro”.

Matteo Tanel, alle spalle dei due leader staccato di pochissimi punti, sarà un avversario in più dal quale guardarsi: “Tanel mi ha impressionato – conclude Andresen – è stato nel gruppo di testa in tante gare differenti tra loro. Mi ha sorpreso anche quando vinse a Ziano lo scorso anno, ma ora non mi sorprende più, è forte e completo e ha buone chances per il titolo”.  NEWSPOWER

Presentato il Mini Tour Rollerski Trentino 2019 4 tappe a Trento, Monte Bondone e Val di Fiemme

Pubblicato by il 17:50 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

Presentato il Mini Tour Rollerski Trentino 2019 4 tappe a Trento, Monte Bondone e Val di Fiemme

Tre località, ovvero Trento, il Monte Bondone e la Val di Fiemme. Due ambiti territoriali con i relativi comitati organizzatori, uniti sotto un’unica insegna, capaci di fare sinergia per dare vita a un grande evento. Dal 12 al 15 settembre prossimi Trento, il Monte Bondone e la Val di Fiemme ospiteranno l’edizione 2019 del Mini Tour Rollerski Trentino 2019, che è stato presentato alla stampa nella sede del Coni di via Malpensada a Trento. Si inizierà con la gara up hill sulla mitica salita del Monte Bondone, mentre la chiusura sarà in terra fiemmese sulla altrettanto mitica final climb del Cermis, ideali simboli di un binomio che ha dimostrato di saper essere vincente.
L’evento rappresenterà l’atto finale della Coppa del Mondo 2019 di skiroll e sarà dunque determinante ai fini dell’assegnazione delle sfere di cristallo, con il bolzanino Matteo Tanel – ospite d’onore della conferenza di presentazione assieme all’altro azzurro Alessio Berlanda – in piena lotta per il successo finale. In cabina di regia, nelle vesti di organizzatori, ci saranno due staff collaudati, quello dell’Asd Charly Gaul Internazionale e all’Apt di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi da una parte e quello di Fiemme Ski World Cup dall’altra, già proiettato verso l’esperienza olimpica del 2026.
Il Mini Tour verrà aperto giovedì 12 settembre dalla up hill individuale in tecnica classica del Monte Bondone, con partenza alle 10 da Vaneze per i senior maschi, che si confronteranno su un percorso di 5 km con arrivo a Vason, teatro anche del traguardo delle gare senior donne e junior maschili e femminili. Per queste tre categorie lo start verrà dato alle 10.45 da Norge, con 2,5 km da percorrere.
La seconda giornata, venerdì 13 settembre, sarà all’insegna dello spettacolo, con la ko sprint proposta sul collaudato rettilineo di via Santa Croce, nel cuore della città di Trento. Alle 15 ci saranno le qualificazioni, mentre le batterie finali scatteranno alle 16.15.
A fare da prologo alla due giorni internazionale sarà un doppio appuntamento di Coppa Italia e di campionato italiano, con la sprint cittadina a Trento sabato 31 agosto (qualificazioni alle 16 e batterie di finale dalle 17) e una gara in salita in tecnica classica sulla mitica salita del Monte Bondone domenica 1 settembre, valevole anche per l’assegnazione dei titoli tricolori della specialità.
«La Coppa del Mondo tornerà a Trento e sul Monte Bondone per il quinto anno consecutivo – ha commentato la direttrice dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones – A tal proposito, non può mancare un ringraziamento alla Fisi e alla Fis, che hanno dimostrato di apprezzare il nostro lavoro e il costruttivo rapporto di collaborazione con gli amici della Val di Fiemme. Un vero esempio di sinergia costruttiva».
Il gran finale, al pari di dodici mesi fa, verrà servito in Val di Fiemme, la capitale dello sci nordico. Sabato 14 settembre, a partire dalle ore 15, ci sarà una mass start in tecnica libera di 15 km per i senior maschi e di 10 km per le senior donne e per gli junior (sia maschili che femminili), in programma nel cuore di Ziano di Fiemme, dove prenderà il via anche la spettacolare sfida conclusiva. Domenica 15 settembre, infatti, sarà la volta delle pursuit in tecnica classica (13 km per gli junior e le senior donne e 15 km per i senior maschi). Le partenze, dalle 9 alle 9.20, saranno dunque a intervalli, con la mitica Final Climb del Cermis chiamata a incoronare i vincitori di giornata e, probabilmente, anche i nuovi re e regina della Coppa del Mondo di skiroll.
A garantire la buona riuscita dell’evento saranno le capacità del comitato Nordic Ski Fiemme, rappresentato in conferenza stampa dal proprio vice presidente Mauro Dezulian. «Abbiamo leggermente modificato i percorsi – ha spiegato Dezulian – Sarà una due giorni intensa, che farà da prologo a una stagione per noi ricchissima di grandi eventi. Nel prossimo inverno, infatti, ospiteremo 12 gare di Coppa del Mondo, tra Tour de Ski di sci di fondo, combinata nordica e salto speciale. Un piccolo mondiale, che rappresenta una tappa importante verso il grande appuntamento olimpico del 2026».
A margine della presentazione delle gare non è mancato il plauso del vice presidente della Federazione Italiana Sport Invernali Angelo Dalpez. «Mi piace l’entusiasmo che vedo negli organizzatori, una splendida unione di due realtà che hanno sempre dimostrato grande competenza» ha detto Dalpez, a cui hanno fato eco gli interventi del consigliere del Comitato Trentino del Coni Massimo Eccel, del referente area nordica del Comitato Trentino della Fisi Marco Zoller e del consigliere della Provincia Autonoma di Trento Pietro De Godenz.
Oltre all’eccellenza in termini organizzativi, l’Italia dello skiroll può mettere in campo anche quella dei propri atleti, diretti dal C.T. Michel Rainer. Il bolzanino Matteo Tanel è attualmente terzo nella classifica di Coppa del Mondo, ad appena 5 punti dalla coppia di leader composta dal norvegese Ragnar Bragvin Andersen e dallo svedese Victor Gustafsson. «Potersi giocare la Coppa del Mondo sulle strade di casa è stupendo – ha commentato Tanel, che ai recenti Mondiali di skiroll ha vinto l’oro nella team sprint e l’argento nella mass start – Si gareggia su percorsi stupendi e adatti alle mie caratteristiche. In Val di Fiemme vinsi lo scorso anno. Sarebbe bello ripetersi. Sicuramente sarà una bella battaglia».
Punta tutto sulla sprint di Trento, invece, Alessio Berlanda. «Negli ultimi anni Emanuele Becchis e io abbiamo spesso dato vita a belle sfide in finale – ha detto Berlanda, che correrà in casa – Speriamo di riuscire a farlo anche questa volta. Dobbiamo riscattare la sprint dei Mondiali, dove la pioggia ci ha rovinato i piani. La tappa trentina di Coppa del Mondo è l’occasione ideale per riscattarci».  PEGASOMEDIA

GRAN FONDO VAL CASIES 2020 GIÁ LANCIATISSIMA SOTTOPASSO E PONTE PER TESIDO CONFERMATI

Pubblicato by il 17:48 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

GRAN FONDO VAL CASIES 2020 GIÁ LANCIATISSIMA SOTTOPASSO E PONTE PER TESIDO CONFERMATI

Riunione del comitato organizzatore che ha festeggiato l’iridato Matteo Tanel

Sponsor 2020 già tutti confermati ma c’è nell’aria un nuovo importante arrivo

Dal primo ottobre online il nuovo sito web; gran successo dell’accordo col Mondiale di biathlon

Si punta sulla diretta RAI Sport anche per la prossima edizione, la 37.a

“Il 70% della nostra attività organizzativa si esaurisce entro il mese di agosto”, sono le parole del presidente del comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies, Walter Felderer, il quale nei giorni scorsi ha radunato i membri del direttivo per fare il punto. La 37.a edizione della ski-marathon altoatesina è in programma il 15 e 16 febbraio prossimi, con le tradizionali due giornate in tecnica classica e skating sulle distanze di 30 e 42 km, lungo il tracciato del 2019 con la inedita partenza in direzione nord.

“Siamo particolarmente soddisfatti – ha sottolineato Felderer – abbiamo già stabilito tutte le partnership con i nostri sponsor, quindi con la situazione finanziaria già definita possiamo dedicarci all’organizzazione prettamente tecnica. Il nostro budget supera i 380.000 euro, il 40% dei quali coperti dagli sponsor commerciali ed istituzionali.” In verità, si vocifera che sia in arrivo anche un nuovo grosso sponsor internazionale, sarebbe la classica ciliegina sulla torta per il comitato altoatesino. La conferma potrebbe arrivare già ai primi di settembre.

Una buona notizia arriva anche dalla conferma della realizzazione del ponte che attraversa il torrente Rudlbach ed il successivo sottopasso sotto la provinciale, che consentirà alla pista da fondo di accedere all’area di Tesido senza invadere la carreggiata stradale. Per le due strutture sono stati stanziati 580.000 euro.

Le iscrizioni all’evento di febbraio sono in corsa, in proporzione sono nettamente in supero rispetto a quelle della passata edizione. Tra i tanti nomi di spicco c’è nuovamente quello di Paolo Barilla, vicepresidente dell’omonimo gruppo industriale, e per quanto riguarda i grossi nomi delle lunghe distanze, vista l’assenza di concomitanze con il prestigioso circuito Visma Ski Classics, potrebbero arrivarne anche di importanti.

Ha superato ogni previsione anche la proposta della Gran Fondo Val Casies in abbinamento ai Campionati del Mondo di biathlon di Anterselva, concomitante nelle date, con biglietti di entrata alla kermesse del biathlon e iscrizione cumulativa: i numeri di adesioni previste per metà ottobre sono già stati superati. Si sta lavorando anche alla realizzazione del nuovo sito web che sarà online il primo di ottobre, un sito più moderno, aggiornato e performante.

Intanto è già stato assegnato il pettorale numero 1 per la gara di febbraio, andrà a Matteo Tanel, il campione del mondo di skiroll e già vincitore della 30 km in Val Casies nel 2018. Walter Felderer gli ha comunicato la notizia proprio in occasione della riunione del comitato, che lo ha voluto festeggiare per la recente conquista della medaglia d’oro team sprint e dell’argento nella mass start.

Matteo Tanel tra il resto si allena spesso in Val Casies, con gli skiroll e con gli sci, dove abita la sua fidanzata: “La mia ragazza Teresa è della Val Casies, gestisce una malga con le sorelle, io mi alleno in valle nei fine settimana e quando ho tempo libero, e dò una mano in malga quando posso. Poi d’inverno c’è la Gran Fondo Val Casies, che secondo me è una delle più belle gare, con tanto pubblico, gente calorosa, il post gara è bellissimo, poi si mangia bene, insomma sono due giorni organizzati veramente bene. Ho vinto la gara corta due anni fa, mentre nell’ultima edizione sono arrivato terzo, sono belle soddisfazioni. In Val Casies ma anche in tutta la Pusteria è molto sentita questa gara”. Il programma della manifestazione di febbraio sarà aggiornato non appena RAI Sport confermerà gli orari della diretta, ormai una consuetudine da qualche anno a questa parte.  NEWSPOWER

VAL DI FIEMME REGINA DI COPPA DEL MONDO SETTEMBRE SUGLI SKIROLL TRA ZIANO E CERMIS

Pubblicato by il 16:54 in News | Commenti disabilitati

VAL DI FIEMME REGINA DI COPPA DEL MONDO SETTEMBRE SUGLI SKIROLL TRA ZIANO E CERMIS

Fiemme Rollerski Cup il 14 e 15 settembre in Trentino

Tra Ziano di Fiemme e l’Alpe Cermis per il finale di Coppa

Super Scardoni al Mondiale, prima della tappa russa e del Mini Tour Rollerski Trentino
La Val di Fiemme macina grandi eventi e aspetta le Olimpiadi

La Val di Fiemme non è solamente la “culla dello sci nordico” e degli sport invernali, lo è anche dello Skiroll, la disciplina praticata anche dai fondisti per l’allenamento quando la neve è lontana.

La bella vallata trentina ha ospitato i Premondiali 2014 e i Campionati del Mondo 2015, imponendosi dal 2017 come tappa immancabile nel calendario di Coppa del Mondo FIS di Skiroll, organizzando come da tradizione le ultime due tappe, inserite nel Mini Tour Rollerski Trentino.

Sabato 14 settembre ci saranno così la 10 km femminile e la 15 km maschile in tecnica libera a Ziano di Fiemme, mentre domenica 15 settembre prenderà vita una pursuit in tecnica classica di 13 km femminile e di 15 km maschile sull’Alpe Cermis, la stessa location che accoglierà i fondisti nel rinnovato finale del Tour de Ski 2020. Ma se anche l’epica conclusione del Tour de Ski della scorsa stagione era ‘pursuit’, ovvero ad inseguimento, nel prossimo le cose cambieranno e gli atleti si cimenteranno per la prima volta con una spettacolare Final Climb versione mass start, ovvero il format che caratterizzerà la contesa degli skirollisti nella prima giornata a Ziano di Fiemme. Gli atleti sono attualmente impegnati nel Mondiale di Madona, in Lettonia, dove l’Italia ha già conquistato la prima medaglia grazie alla strepitosa veronese Lucia Scardoni, argento nella 10 km femminile vinta da Nepryaeva, finendo davanti alla brava Soemskar. Applausi anche per Matteo Tanel, giunto quinto nella 20 km in TC vinta nientemeno che da Bolshunov.

La stagione di Coppa del Mondo entrerà così nel vivo dopo il Mondiale, dal 22 al 25 agosto in Russia prima di ‘scendere’ in Trentino alla volta del gran finale che regalerà certamente alcuni colpi di scena, sempre con gli occhi puntati sui nostri Matteo Tanel, Emanuele Becchis, Alessio Berlanda e ovviamente Lucia Scardoni, ricordando che le gare di Coppa del Mondo metteranno alla prova sia gli skirollisti junior che i più esperti senior.

Dopo tre Campionati del Mondo di sci nordico, centinaia di Coppe del Mondo e la leggendaria Marcialonga, la Val di Fiemme continua a macinare grandi eventi, coronando il sogno olimpico nel 2026 quando ospiterà le discipline dello sci nordico delle Olimpiadi Milano-Cortina.  NEWSPOWER

MARCIALONGA PREMIA LE ECCELLENZE 4 BORSE DI STUDIO AI RAGAZZI FIEMMESI E FASSANI

Pubblicato by il 16:52 in News | Commenti disabilitati

MARCIALONGA PREMIA LE ECCELLENZE 4 BORSE DI STUDIO AI RAGAZZI FIEMMESI E FASSANI

Celebrati i giovani meritevoli in occasione dell’elezione della nuova Soreghina

Ai migliori studenti, attivi nello sport e nel volontariato, una borsa di studio di 1000 euro ciascuno

Premiati Giorgia Felicetti, Sofia Vadagnini, Samuele Delladio e Matteo Ferrari

“La Rosa Bianca”, “ENAIP” e “Scuola Ladina di Fassa” gli istituti superiori coinvolti

Da quasi cinquant’anni Marcialonga premia le proprie eccellenze sportive, ma è molto anche ciò che il comitato fa nei confronti dei propri ragazzi, fiemmesi e fassani.

La nuova Soreghina, Michela Croce, è una ragazza impegnata nel volontariato, nello studio e nello sport, e per questo è madrina di Marcialonga, ma in occasione della serata di elezione di martedì scorso a Tesero sono stati celebrati anche i ragazzi meritevoli degli istituti superiori “La Rosa Bianca” con sede a Cavalese e Predazzo, “ENAIP” di Tesero e “Scuola Ladina di Fassa” di Pozza di Fassa, con una borsa di studio del valore di 1.000 euro destinata a ciascuno dei migliori quattro studenti.

Il presidente dello Sci Club Marcialonga, Giuseppe “Bepi” Brigadoi, ha così consegnato le borse di studio a Giorgia Felicetti di Predazzo, studentessa dell’Istituto La Rosa Bianca di Cavalese con una media scolastica di 7.67, abile nello sci alpino (Val di Fiemme Ski Team) giungendo 9.a per punteggio FIS a livello Italiano Slalom 2001 e 13.a per punteggio FIS a livello Italiano Gigante 2001, e volontaria ai Mondiali Junior di sci alpino, a Sofia Vadagnini di Mazzin, della Scuola Ladina di Fassa con una media dell’8 e anch’ella sciatrice alpina (Val di Fiemme Ski Team) giungendo 4.a ai campionati Trentini Campiglio Slalom e 5.a ai campionati Trentini Campiglio Skicross, volontaria dei Vigili del Fuoco di Mazzin di Fassa. Tra i maschi Samuele Delladio, originario di Tesero e studente dell’ENAIP di Tesero, è stato premiato con una media scolastica addirittura del 9.40; pratica atletica leggera (Unione Sportiva Quercia Rovereto), in particolare corsa di velocità e ad ostacoli gareggiando ai Campionati Italiani under 16 a Rieti, ed è volontario con numerose associazioni: il gruppo A.N.A di Tesero, il C.M.L. di Tesero, l’associazione AVIS, ed ha svolto pratica di volontariato anche durante il Tour de Ski 2019. Matteo Ferrari di Predazzo studia invece alla Scuola Ladina di Fassa e presenta una media scolastica di 8.23, fondista e volontario con l’U.S. Dolomitica di Predazzo, è risultato 1° in classifica generale Coppa Italia U18, 1° sprint TC ai Campionati Italiani Pragelato, 1° alla Marcialonga Young 2019 ed ha partecipato agli EYOF (European Youth Olympic Festival di Sarajevo).

L’invito ai giovani valligiani è quello di impegnarsi sempre e comunque, nello sport, nella scuola, nel volontariato come nella vita, a riconoscere gli sforzi profusi ci pensa Marcialonga.  NEWSPOWER

LA SGAMBEDA DI LIVIGNO FESTEGGIA 30 ANNI DI STORIA ISCRIZIONI APERTE DAL 1° AGOSTO

Pubblicato by il 16:51 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

LA SGAMBEDA DI LIVIGNO FESTEGGIA 30 ANNI DI STORIA ISCRIZIONI APERTE DAL 1° AGOSTO

Da inizio Agosto apertura delle iscrizioni dell’evento fondistico livignasco

Il format in skating di sabato 30 novembre rimarrà il medesimo dello scorso anno

Livigno aprirà la stagione Visma Ski Classics il 29 novembre e il 1° dicembre

Il 23 agosto “Palio delle Contrade” assieme alle campionesse del biathlon Wierer e Vittozzi

Dopo il ventennale celebrato con un record di iscritti alla Stralivigno, un altro grande anniversario attende il “Piccolo Tibet”, quello della “Sgambeda” invernale, la quale sabato 30 novembre arriverà a festeggiare il trentennale. Nell’attesa, tutti gli appassionati di sci di fondo potranno assicurarsi la partecipazione all’evento di Livigno grazie all’apertura iscrizioni prevista dalla giornata di domani.

La quota di partecipazione della “Sgambeda” in tecnica libera di sabato 30 novembre è di 50 euro da saldarsi entro il 13 ottobre, comprensiva di numerosi servizi quali area expo, ski-test, assistenza tecnica, assistenza medica, cronometraggio professionale, deposito sacche, ristori sul percorso e all’arrivo, spogliatoi, bus navetta, servizio docce, pasta party e premiazioni, mentre il gadget presente nel pacco gara verrà consegnato ai primi 1000 iscritti.

Ogni partecipante sceglierà il gruppo di partenza in base alle proprie condizioni fisiche al momento dell’iscrizione, con il primo a selezionare gli atleti di alto livello, il secondo di buon livello ed il terzo gli amatori. La “Sgambeda” numero 30, che si svolge su un percorso di 30 km, intervallerà le sfide Visma Ski Classics con i Pro Team Tempo al via lungo 15 km venerdì 29 novembre, completando l’opera domenica 1° dicembre con una Mass Start di 35 km.

Grazie allo snowfarming e nonostante gli appuntamenti Visma Ski Classics siano praticamente i primi della stagione, lo sci di fondo farà il proprio ingresso in scena a Livigno anche quest’estate, grazie al “Palio delle Contrade” del 23 agosto assieme alle ‘madrine’ di Livigno Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, mentre l’apertura ufficiale del primo anello per gli allenamenti è fissata per il 19 ottobre.

NEWSPOWER

“DI MICHELA IN MICHELA” MICHELA CROCE NUOVA SOREGHINA SERATA RICCA DI OSPITI A TESERO

Pubblicato by il 16:49 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

“DI MICHELA IN MICHELA”  MICHELA CROCE NUOVA SOREGHINA SERATA RICCA DI OSPITI A TESERO

Nella Sala Bavarese di Tesero elezione della nuova Soreghina

Michela Croce di Cavalese fa rimanere il titolo in Val di Fiemme succedendo alla teserana Delvai

La madrina di Marcialonga esordirà alla Marcialonga Coop del 1° settembre

Consegnate anche le borse di studio ai ragazzi meritevoli di Fiemme e Fassa

La Soreghina è stata eletta alla Sala Bavarese di Tesero, dove Michela Croce ha raccolto il testimone di un’altra Michela, Delvai, facendo rimanere il titolo in Val di Fiemme. Non proprio però, la nuova madrina della Marcialonga di Fiemme e Fassa è sì di Cavalese ma avendo il padre di Moena e la madre fiemmese, era a tutti gli effetti la miglior candidata a rappresentare le due belle vallate trentine negli eventi sportivi Marcialonga. Michela Croce è una ragazza di ventidue anni di Cavalese che sta frequentando il secondo anno in Assistenza Sanitaria all’Università degli Studi di Brescia: “Molto felice di essere Soreghina, non vedo l’ora di potermi interfacciare con persone di differenti culture, in un ambiente internazionale per promuovere il territorio”, affermerà con soddisfazione.

Le candidate erano la fassana Sara Pederiva e le fiemmesi Giorgia Giacomoni, Michela Croce appunto e Sara Morandini, brave e preparate come racconta il presidente di Marcialonga Angelo Corradini presente in giuria: “Queste ragazze mi meravigliano in continuazione, sono spigliate, carine, sanno parlare le lingue, hanno una cultura che noi da giovani non potevamo avere, e questo fa bene alla collettività e al futuro delle nostre Valli e del Trentino”. Dati alla mano, Marcialonga sta attraversando un momento più che felice, avendo completato il parterre di 7.500 iscritti in vista della ski-marathon del 26 gennaio 2020, registrato il record di partecipanti alla scorsa Marcialonga ciclistica Craft, ed apprestandosi ad affrontare la Marcialonga Coop del 1° settembre con già un buon numero di runners in saccoccia.

L’iniziativa si è aperta con il saluto della sindaca Elena Ceschini del Comune di Tesero, con Angelo Corradini a ringraziare il Comune stesso e l’associazione “Tesero un paese da vivere”, oltre a tutte le istituzioni per aver supportato Marcialonga anche nei momenti più ‘caldi’ della passata edizione.

La giuria vedeva presenziare anche Leszek Kosiorowski, direttore della polacca Bieg Piastów gemellata con Marcialonga, dove le Soreghine hanno messo alla prova il proprio inglese, e la fondista di Coppa del Mondo Caterina Ganz, “felice” che la prossima Soreghina abbia un legame forte con la sua Moena. Durante la serata teserana anche la consegna di quattro borse di studio da parte del presidente dello Sci Club Marcialonga, Giuseppe Brigadoi, ai ragazzi meritevoli degli istituti superiori di Fiemme e Fassa.

Un saluto d’obbligo da parte della Soreghina uscente Michela Delvai: “Esperienza bellissima, un anno ricco, intenso, pieno di emozioni, di eventi e momenti unici. Questo è un momento abbastanza triste perché lascio un anno stupendo, ma sono contenta che un’altra ragazza abbia la possibilità e occasione di vivere ciò che ho vissuto io”.

Michela Croce rimarrà in carica nelle prossime gare di corsa, nella storica di sci di fondo, prima di chiudere il cerchio alla Marcialonga di ciclismo del 31 maggio 2020, lasciando a propria volta il testimone alla Marcialonga Coop 2020.

Fisi Trentino ha presentato gli eventi estivi Sono 12 le competizioni in calendario

Pubblicato by il 10:55 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

Fisi Trentino ha presentato gli eventi estivi Sono 12 le competizioni in calendario

Fra le 11 discipline inserite nella famiglia della Federazione Italiana Sport Invernali del Trentino ce ne sono 4 che si svolgono nelle stagioni estive e autunnali, vale a dire salto speciale, combinata nordica, skiroll e sci d’erba. Sport strategici nella preparazione degli sciatori in chiave invernale, ma che negli ultimi anni godono di un calendario proprio, con atleti che si sono specializzati e che danno lustro ai colori di Fisi del Trentino, basti pensare che nella stagione 2018 lo sci d’erba ha portato ben 38 medaglie tricolori, lo skiroll 10 e il salto e combinata nordica 11. Discipline che vedono coinvolti gli atleti trentini con le rispettive squadre, nonché gli azzurri facenti parte delle nazionali italiane, ma pure una dozzina di eventi in programma da domenica 14 luglio a domenica 20 ottobre e con varie validità: dalla Coppa del Mondo di skiroll all’Alpen Cup e alle gare Nazionali Giovani di salto speciale e combinata nordica, oltre alla tappa del circuito Talento Verde di sci d’erba. Manifestazioni che sono state presentate presso Palazzo Coni a Trento dal presidente di Fisi del Trentino Tiziano Mellarini assieme al suo consiglio direttivo.
«Un movimento – ha evidenziato il presidente del Comitato Trentino Mellarini – che spesso passa in sordina visto che l’acronimo F.I.S.I. è legato indissolubilmente all’elemento neve, ma che nei mesi caldi prevede un’importante attività agonistica, nonché un movimento importante che include complessivamente 12 eventi di 4 specialità diverse, organizzati da 7 diversi sci club, per un totale di 25 giornate gara. Discipline come il salto speciale e combinata nordica, skiroll e sci d’erba che hanno un ruolo strategico, come le altre che si svolgono in inverno, con l’obiettivo di far crescere i futuri campioni che nel 2026 difenderanno i colori dell’Italia alle Olimpiadi di Milano, Cortina, ma pure Trentino».
Le competizioni presentate hanno diverse validità, addirittura ben 4 di Coppa del Mondo, 2 internazionali, 3 di campionato italiano, un mondiale master e le rimanenti con validità nazionale, come ha precisato il referente dell’area nordica della Federsci provinciale Marco Zoller prima di passare la parola i referenti dei Comitati Organizzatori presenti in sala. A partire dall’Us Dolomitica di Predazzo con il presidente Roberto Brigadoi, il Gs Monte Giner di Ossana con Massimino Bezzi, l’Asd Charly Gaul Internazionale di Trento con Elda Verones, il Comitato Promozione Sci Val di Fiemme, il Team Futura di Lavis con Andrea Buttaboni, lo Sci club Ledrendse di Ledro con Carlo Giacometti e lo Sci club Levico con Sandro Libardi.
Entrando nel dettaglio il salto e combinata nordica in Trentino fa il suo esordio domenica 14 luglio con una competizione Nazionale Giovani di entrambe le discipline sul trampolino di Predazzo per le categorie under 16 maschile e femminile con l’esordio estivo del nuovo trampolino Hs66. Quindici giorni dopo toccherà invece al centro del salto di Pellizzano, in Val di Sole, mettere in scena, il 27 e 28 luglio, due giornate sempre con validità Nazionale Giovani. A settembre ancora spazio ai giovanissimi (domenica 15) con una Ng, anticipata dalla settimana dedicata ai Mondiali Master di salto. Sette giorni dopo verrà poi riproposta l’Alpen Cup internazionale e il 19 e 20 ottobre i campionati Assoluti e under 20 di salto e combinata nordica.
Per la disciplina dello sci d’erba doppio appuntamento nel fine settimana di sabato 27 e domenica 28 luglio con il circuito Talento Verde, organizzato con passione e competenza dallo Sci club Levico sulla pista di Malga Rivetta, a Lavarone.
Particolarmente corposo anche il calendario dello skiroll, passato sotto l’egida della Fisi tre anni fa e che vede il Trentino assoluto protagonista dal punto di vista organizzativo grazie al Minitour Rollerski Trentino che avrà il compito di chiudere la Coppa del Mondo 2019, prima con due gare sul Monte Bondone e Trento, successivamente con le due sfide a Ziano di Fiemme e sull’Alpe del Cermis. Città del Concilio e la sua alpe che avranno anche uno spazio con validità nazionale sabato 31 agosto con la Coppa Italia sprint e il 1° settembre con i campionati italiani in salita.
A chiudere il programma degli sci con le rotelle due graditi ritorni, Garniga Terme con i campionati italiani master e Coppa Italia senior il 13 ottobre e Passo d’Ampola con la Coppa Italia domenica 20 ottobre.