Categories Menu

News

ARRIVA L’URAGANO MARCIALONGA ASPETTANDO I 70 KM MAREA D’INIZIATIVE IN MONTAGNA

Pubblicato by il 7:18 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

ARRIVA L’URAGANO MARCIALONGA ASPETTANDO I 70 KM MAREA D’INIZIATIVE IN MONTAGNA

Marcialonga Baby, Story, Stars, Mini e Young eventi collaterali per tutte le età

20.a edizione della Marcialonga Stars di beneficenza “in sella” con Marco Melandri

Domenica ‘Visma vs Coppa del Mondo’ con Northug, Cologna e Roethe

La ski-marathon di Fiemme e Fassa di 70 km percorsa per tutta la giornata (domenica 26 gennaio) da 7500 fondisti è un evento stellare, ma non è solo quello. Marcialonga è un uragano di eventi collaterali che riempiranno un intero weekend, da domani fino a domenica.

Domani infatti dalle ore 9 alle ore 19, al Palafiemme di Cavalese, la distribuzione pettorali verrà accompagnata da una miriade di iniziative tra lo Story Village, la mostra di sci Nynsen e delle collezioni Marcialonga, il Registro degli sci d’epoca, gli annulli filatelici e lo store Marcialonga fornito di nuovi prodotti, con la possibilità di visitare l’Expo e la test area in compagnia degli sponsor.

Alle ore 15.30 la ‘baby dance’ intratterrà i piccini in attesa di Marcialonga Baby, che si svolgerà dalle ore 16 alle ore 17.30 a Predazzo. Sabato la festa continua – sempre ricordando la distribuzione pettorali e l’Expo a Cavalese – con l’ottava edizione di Marcialonga Story, 11 km dal Centro del Fondo di Lago di Tesero al centro di Predazzo, che ha fatto il pieno di concorrenti con 300 pettorali esauriti prima del previsto. La ricorrenza di giornata è invece la 20.a edizione di Marcialonga Stars, l’evento benefico che accompagna Marcialonga e che raccoglie fondi in favore della LILT. La ‘Stars’ si svolgerà sabato alle ore 13 al Centro del Fondo di Lago di Tesero, una corsa con ciaspole o sci di fondo adatta a tutti, adulti e bambini, divertendosi e dando nuovamente un contributo concreto alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Al via ci sarà il neo testimonial ed ex pilota di MotoGP Marco Melandri accompagnato dalla moglie Manuela Raffaetà, ma non mancheranno altro volti noti, tra Marco Albarello, un oro olimpico e uno mondiale nello sci di fondo, Maria Canins, l’atleta con più vittorie in assoluto alla Marcialonga, Antonella Confortola, bronzo olimpico e argento mondiale, il corridore Antonio Molinari, il ciclista italiano più vincente di sempre Francesco Moser, il leggendario Franco Nones nello sci di fondo, la biker Claudia Paolazzi, i ciclisti Letizia Paternoster, Gilberto Simoni e il campione del mondo in linea Maurizio Fondriest, Don Franco Torresani, il pilota Renato Travaglia e l’ex fondista oro olimpico Giorgio Vanzetta, il campione di corsa in montagna e marito di Antonella Confortola, Jonathan Wyatt, e il mitico Cristian “Zorro” Zorzi plurititolato nello sci di fondo. Ci si potrà iscrivere alla Marcialonga Stars anche la mattina stessa, presentandosi prima delle ore 12. Un’ora più tardi è prevista la 35.a Minimarcialonga di 3 km in tecnica classica, riservata ai bambini dai 6 ai 12 anni, cui farà seguito la 10.a Marcialonga Young, 4 km per la categoria Ragazzi.

Domenica non mancheranno stand gastronomici, musica ed intrattenimento per tutta la giornata a Cavalese. La partenza dei fenomeni Visma Ski Classics avverrà da Moena alle ore 7.50 (donne) e alle ore 8 (uomini), a seguire tutti i ‘bisonti’, mentre alle 8.45 a Lago di Tesero scatteranno le categorie Allievi, Aspiranti e Junior della Marcialonga Young.

20 reti internazionali collegate in diretta, con Sky Sport e Sky Sport Arena a trasmettere Marcialonga dalle ore 7.40 alle ore 12, e al via della 47.a Marcialonga ci saranno tra gli altri Marco Melandri – per lui un’altra parentesi ‘stellare’ dopo la Stars, il leggendario Petter Northug, il plurititolato Dario Cologna e Sjur Roethe a dare del filo da torcere ai campionissimi delle lunghe distanze che da sempre sognano di vincere Marcialonga almeno una volta nella vita. E la sera si attenderà l’arrivo dell’ultimo marcialonghista, accolto come sempre da uno spettacolo pirotecnico attorno alle ore 18.30…  NEWSPOWER

GF DOBBIACO-CORTINA TRA 10 GIORNI AL VIA PISTA “DA CORRIDA” E MEDAGLIA BRONZEA ALL’ARRIVO

Pubblicato by il 7:15 in News | Commenti disabilitati

GF DOBBIACO-CORTINA TRA 10 GIORNI AL VIA PISTA “DA CORRIDA” E MEDAGLIA BRONZEA ALL’ARRIVO

43.a Granfondo Dobbiaco-Cortina l’1 e il 2 febbraio

Ai vincitori della 43.a edizione due tori: “Giovanni” e “Ferdinando”

Incertezza Ski Classics: chi vincerà? La skating da Dobbiaco a Cortina sarà ‘Challengers’

Scadenza 28 gennaio: iscrizioni a 100 euro (42 km) e 75 euro (32 km)

La pausa forzata dalla Granfondo Dobbiaco-Cortina della scorsa stagione ha lasciato ancor più voglia di ripartire ai fondisti, che l’1 e il 2 febbraio accorreranno in massa. E a circa dieci “lune” dall’evento Visma Ski Classics la pista è stata completata, garantendo due spettacolari percorsi di 42 e 32 km da affrontare nella medesima direzione di marcia, questa la novità sostanziale di questa stagione.

Il dato dei 2000 partecipanti potrà addirittura rimpinguarsi viste le iscrizioni ancora apertissime, con quote da saldare entro il 28 gennaio a 100 euro per competere in tecnica classica nei 42 km, o 75 euro per divertirsi in tecnica libera nei 32 km, tariffe comprendenti un fantastico berrettino con le località della Granfondo bene in evidenza, un braccialetto Fischer con lo slogan “Skiing is not a lifestyle. It’s Life”, e tutti i servizi, come trasporto in autobus prima e dopo la gara (servizio shuttle tra Cortina e Dobbiaco), il servizio di sciolinatura, assistenza tecnica e medica, un gadget e il pettorale, il trasporto dei sacchi indumenti dalla zona di partenza alla zona di arrivo e i ristori lungo il percorso e all’arrivo, inoltre il pettorale non si dovrà restituire, resterà in ricordo ad ogni partecipante, così come una medaglia di bronzo destinata a tutti coloro i quali taglieranno il traguardo.

Il comitato organizzatore presieduto da Herbert Santer afferma che: “dall’Aeroporto di Dobbiaco alla periferia di Cortina il percorso è un gioiello”, e sta ultimando i dettagli procedendo in sintonia, con solo il tratto finale da innevare all’ultimo: “Stiamo innevando verso il centro di Cortina una prima striscia, in modo tale da essere pronti per ‘tirare’ il velo finale – afferma il vicepresidente Igor Gombac. – Il nostro prodigarci ha dato subito fiducia agli atleti che hanno risposto presente”. Il comitato tiene a ringraziare i privati che consentono il passaggio sui loro terreni dei fondisti sbuffanti, i migliori dei quali saranno ‘premiati’ dalla inusuale consegna (metaforica) dei due tori “Giovanni” e “Ferdinando”. Il dobbiachese Hansjörg Bergman, il cortinese Sergio Bachmann, il piacentino Vittorio Dall’O e il bellunese Giuseppe Floridia (40 edizioni) sono ‘senatori’ dell’evento, capace di raccogliere l’affezione dei ‘locals’ così come di tanti scandinavi.

Per quanto riguarda ‘la conta’ dei favoriti attenzione a Tord Asle Gjerdalen, che sta rientrando in forma e dopo la Marcialonga ha un altro obiettivo dichiarato: “Cerco il poker alla Dobbiaco-Cortina, una delle competizioni che mi piace di più affrontare, poiché regna l’incertezza fino all’ultimo e mi posso giocare la mia strategia”. Attualmente i leader di classifica nel circuito Visma Ski Classics sono i portacolori del team Koteng, Stian Hoelgaard e Astrid Slind che sta mettendo i bastoni tra le ruote alla favorita Britta J. Norgren.

42 chilometri in tecnica classica ‘Visma Ski Classics’ da affrontare il 1° febbraio, 32 km in tecnica libera ‘Challengers’ da gustare nella giornata successiva, un menù di gran classe per i fondisti di tutto il mondo. NEWSPOWER

LE STAR DELLA GF VAL CASIES IN DIRETTA RAI LEGKOV, DEMENTIEV, KARDIN, KOWALCZYK E… 36 NAZIONI

Pubblicato by il 20:31 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

LE STAR DELLA GF VAL CASIES IN DIRETTA RAI LEGKOV, DEMENTIEV, KARDIN, KOWALCZYK E… 36 NAZIONI

37.a Gran Fondo Val Casies il 15 e 16 febbraio

31 gennaio scadenza iscrizioni e partnership Anterselva

Team Robinson Trentino e Team Futura in grande spolvero

Consigliato prenotare per tempo il proprio soggiorno

La Val Casies è un gioiello innevato che porterà (attualmente) 36 nazioni a competere sul manto della storica Gran Fondo Val Casies, che il 15 e 16 febbraio festeggerà la 37.a edizione. E se i Paesi di provenienza sono già 36, i chilometri a disposizione dei fondisti sono attualmente 35, con l’interezza del tracciato di gara (42 km) completata entro il 25 gennaio, come secondo i consueti ed impeccabili piani del comitato organizzatore altoatesino presieduto da Walter Felderer.

Si avvicina inoltre un altro “numero”, quello del 31 gennaio, quando terminerà la possibilità di iscriversi a tariffe agevolate. E fino alla tal data le tariffe saranno di 58 euro per la tecnica classica, 59 euro per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun, 76 euro per entrambe le competizioni senza classifica, ricordando le quote ancor più convenienti a disposizione dei giovani e consultabili sul sito. Il 31 gennaio sarà anche data limite per usufruire della proposta inerente la partnership della Gran Fondo Val Casies con i Campionati Mondiali di biathlon ad Anterselva, offerta che permetterà di assistere al prestigioso evento iridato partecipando inoltre come concorrente alla Gran Fondo.

Lo start della gara in skating domenicale avverrà alle ore 10.30 per facilitare la diretta televisiva di Rai Sport (dalle ore 11.30 alle ore 13), mentre la partenza in tecnica classica avverrà alle ore 10 di sabato (trasmessa successivamente in differita Rai Sport). I bambini della MINI Val Casies – dove si attendono circa 300 partecipanti e 15 nazioni complessive – scatteranno invece nel pomeriggio di sabato alle ore 15.30.

Anche quest’anno i protagonisti non mancheranno, dalla leggendaria polacca Justyna Kowalczyk del Team Robinson Trentino, due ori mondiali e due olimpici e anche quattro Tour de Ski, allo svedese delle lunghe distanze Visma Ski Classics Oskar Kardin e l’argento olimpico Aleksej Červotkin, campioni “di ritorno” a dimostrazione di quanto la gara non perda di appeal ed inviti i fuoriclasse ad un pronto ritorno. Ma non è finita qui, perché con il pettorale numero 1 correrà Matteo Tanel, campione del mondo di skiroll del Team Robinson Trentino, e i fenomeni russi del Team Futura Aleksandr Legkov ed Evgenj Dementiev, entrambi campioni olimpici.

Vista la grande affluenza di accompagnatori e di concorrenti della Gran Fondo in concomitanza con i Campionati Mondiali di biathlon – le due location distano pochi chilometri l’una dall’altra – il comitato consiglia di prenotare con anticipo il proprio soggiorno. Buona Val Casies a tutti!  NEWSPOWER

MARCIALONGA IN ARRIVO: ENTUSIASMO ALLE… STELLE MARCO MELANDRI SPECIAL GUEST “SGOMMA” SUGLI SCI NORTHUG, COLOGNA E ROETHE CONTRO SKI CLASSICS

Pubblicato by il 20:25 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

MARCIALONGA IN ARRIVO: ENTUSIASMO ALLE… STELLE MARCO MELANDRI SPECIAL GUEST “SGOMMA” SUGLI SCI NORTHUG, COLOGNA E ROETHE CONTRO SKI CLASSICS

Marcialonga di Fiemme e Fassa domenica in Trentino

Northug, Cologna e Roethe battaglieranno con i pro long distance

L’ex campione di MotoGP Marco Melandri alla prova lungo i 70 km

47.a edizione in diretta su Sky Sport Arena e Sky Sport 1

Ieri a Trento, alla sala Don Guetti di Cassa Centrale Banca, è stata presentata la 47.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa che andrà in scena domenica 26 gennaio. La leggendaria ski-marathon si presenta densa di campioni grazie alle presenze di Petter Northug, un nome una leggenda per lo sci di fondo anche dopo il ritiro, Dario Cologna e Sjur Roethe, prestigiosa aggiunta dell’ultima ora poco dopo il secondo posto ottenuto sull’Alpe Cermis, nell’ultima tappa del Tour de Ski che si è tenuta proprio in Val di Fiemme. Ai nastri di partenza fra i circa 7.500 fondisti ci sarà anche Marco Melandri, che ha raccontato le tappe di avvicinamento alla gara: “Feci un’uscita con Paolo Bettini, e gli parlai di Marcialonga. Quando gli dissi della 45 km mi prese in giro, così mi sono iscritto alla 70 km. Il mio obiettivo è finirla e vivere lo sport godendomi i paesaggi e divertendomi, cose che non puoi fare quando sei professionista. Ora vivo in Trentino da un anno e mezzo e sto facendo corsi di… dialetto!”.

L’incontro è stato anche occasione della consegna del pettorale Melinda (uno degli dei 4 sponsor della cooperazione) ad Andrea Fedrizzi, responsabile marketing dell’azienda trentina: “Orgogliosi di essere sui pettorali di questi grandi campioni che vedremo domenica” e della targa di Marcialonga Story (km 10) al comandante della Guardia di Finanza di Predazzo, Sergio Giovanni Lancerin. La pista Marcialonga è pronta e i volontari hanno già svolto un grandissimo lavoro. Importante la storica partnership con SAIT, qui le parole del neopresidente Roberto Simoni: “Marcialonga è iniziativa che ha una ricaduta sociale importante, con un mare di persone coinvolte. La nostra è una sponsorizzazione consolidata”. L’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, anche in rappresentanza dell’assessore allo sport e turismo Roberto Failoni, ha detto: “Il connubio salute e sport è sempre molto sentito da parte nostra. La nostra società ha bisogno di riportare i ragazzi a fare attività all’aria aperta”. In sala anche Alfredo Weiss, ex presidente di Marcialonga, Angelo Corradini è invece l’attuale: “Noi quest’anno arriveremo a 250.000 partecipanti ed è questo il dato che ci piace sottolineare. Nata come una corsa paesana, Marcialonga ha raggiunto un valore mediatico straordinario. 20 reti internazionali collegate in diretta, mentre in Italia abbiamo fatto un passo importante passando a Sky, che trasmetterà Marcialonga in diretta su Sky Sport e Sky Sport Arena dalle 7.40 alle 12, mostrando anche i ‘bisonti’ e non solo i top atleti”.

Marcialonga fa parte di Visma Ski Classics, e chi segue da vicino il circuito internazionale è Lorenzo Girardi, il quale non dà chances agli atleti di Coppa del Mondo lanciandosi in un pronostico: “Gli atleti sono belli carichi, dai ‘vecchietti’ Eliassen e Gjerdalen, ai giovanotti che stanno facendo bene. Vi assicuro, sarà uno spettacolo e gli atleti Visma faranno di tutto per tagliar fuori i fondisti di Coppa”.

Marcialonga è anche una miriade di eventi collaterali: “L’impegno del comitato è portare Marcialonga in tutte le case – afferma il Direttore Generale di Marcialonga e neopapà Davide Stoffie – negli anni sono nate tante manifestazioni di contorno che coinvolgeranno circa 2000 atleti. Dagli eventi Baby, Mini e Young, alla Story con molti che ci chiedono ancora pettorali già esauriti, sino alla Stars di beneficenza. Pista stupenda, l’ho provata tutta domenica”. Ben 400.000 euro i fondi raccolti dalla nascita di Marcialonga Stars: “LILT e Marcialonga Stars sono da vent’anni un binomio indissolubile. Sabato 25 gennaio alle ore 13 ci sarà questa corsa adatta a tutti, con ciaspole o sci di fondo. Cosa c’entrano i tumori in un evento come questo? Sport significa contribuire alla propria salute e la LILT contribuisce alla difesa della salute”, dice il vicepresidente di LILT Trento, Enzo Galligioni.

Tuta speciale del Team Robinson Trentino realizzata ad hoc per Marcialonga: “Ho deciso di dedicare una tuta alla Marcialonga, che useremo per la prima volta, richiamando l’azzurro dell’Italia con il tricolore che scorre sul fianco sinistro” ha spiegato il team manager Debertolis.

Chiara Zoppirolli di CeRiSM ha concluso con successo una annata di studi e di ricerche: “Lo sci di fondo rappresenta un modello di attività fisica eccezionale, e permette alle persone di età elevata di mantenersi giovani mentalmente e dal punto di vista delle relazioni sociali. Grazie alla collaborazione con Marcialonga possiamo portare i nostri studi ad eventi nazionali ed internazionali. Il prossimo anno ci concentreremo invece sui giovani”. Arrivederci al prossimo weekend Marcialonga, ricco di iniziative per tutti i gusti e per tutte le età.  NEWSPOWER

MARCIALONGA: ESPLOSIONE DI EVENTI CE N’É PER TUTTI I GUSTI E LA PISTA È UN GIOIELLO

Pubblicato by il 16:22 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

MARCIALONGA: ESPLOSIONE DI EVENTI CE N’É PER TUTTI I GUSTI E LA PISTA È UN GIOIELLO

Baby, Story, Stars, Mini, Young: in Val di Fiemme e in Val di Fassa è un festival dello sport

Da giovedì a domenica prossimi spettacolo assicurato, dai campioni ai “bisonti”

Non ci sarà l’annunciata Supersprint, ma il programma è comunque intenso

Confermata la diretta dell’intera gara dalle 7.40 su Sky Sport Arena

Marcialonga non è solo la “classica” gara di sci di fondo baciata dai grandi numeri, con stranieri a go-go e famosi campioni a voler primeggiare. È un evento composto da una miriade di appuntamenti, un vero e proprio festival dello sci di fondo e dello sport invernale. Sono 47 le candeline che domenica 26 gennaio saranno spente con una affollata maratona sugli sci stretti da Moena a Cavalese, 7500 fondisti a percorrere in lungo e in largo prima la Val di Fassa e poi la Val di Fiemme. La pista Marcialonga è un gioiello e di fatto interamente completata, ed ora non resta che attendere l’arrivo dei fondisti per la miriade di eventi che li attenderanno. Giovedì alle 9.30 si accenderanno i riflettori con quella che è la ‘gara satellite’, la Lavazeloppet sempre in tecnica classica, ma in quota sulle splendide piste di Passo Lavazè. Nel pomeriggio apriranno i cancelli (dalle 15 alle 19) dell’ufficio gare Marcialonga, con tanti giovani volontari a distribuire i pettorali sognati. All’interno del Palafiemme di Cavalese ci sarà un vero e proprio villaggio, con diversi espositori ma soprattutto con lo Story Village, la mostra di sci Nynsen e delle collezioni Marcialonga, Registro degli sci d’epoca, annulli filatelici e lo store Marcialonga.

Venerdì lunga maratona dell’ufficio gare dalle 9 alle 19, alle 16 spazio alla Marcialonga Baby a Predazzo dedicata ai giovanissimi da 0 a 6 anni. Non è certo una gara, ma un momento di avvicinamento allo sci di fondo per i più piccoli. Non ci sarà, invece, l’annunciato debutto della Supersprint a Cavalese. Il comitato dispiaciuto ha dovuto prendere questa amara decisione ritenendo non ci fossero i presupposti per realizzare questo evento.

Sabato invece la Marcialonga entra nel vivo. Ancora distribuzione dei pettorali dalle 9 alle 20, poi alle 9.30 scatterà a Lago di Tesero l’8.a Marcialonga Story, una ventata vintage riservata a soli 300 fondisti con abbigliamento e attrezzatura d’epoca. Alle 10 inizia l’intrattenimento a Predazzo in piazza SS Apostoli per festeggiare l’arrivo degli “storici”, quindi alle 13 obbiettivo puntato ancora su Lago di Tesero con la Marcialonga Stars, una manifestazione aperta a tutti e con tanti personaggi famosi con sci, ciaspole ma anche scarpette, per contribuire alla nobile causa della Lega Tumori di Trento. Alle 14 l’invasione dei mini fondisti con la 35.a Minimarcialonga, per giovanissimi dai 6 ai 12 anni, e alle 14.30 la Marcialonga Young per i più grandicelli (cat. Ragazzi). Dalle 17 in piazza Verdi a Cavalese musica e assaggi di prodotti tipici, come aperitivo per quello che sarà domenica, la 47.a Marcialonga.

Domenica alle 7.50 un colpo di cannone lancerà la gara femminile, alle 8 i maschi del circuito Visma Ski Classics, a seguire tutti gli altri incolonnati nei binari da Moena fino a Canazei e poi giù fino a Molina, prima di affrontare la salita finale di Cascata e giungere a Cavalese. Se il ritmo sarà quello di Eliassen del 2019, alle 10.45 si potrà conoscere il vincitore della mitica Marcialonga 2020!

Per chi non potrà essere tra i 65.000 spettatori valutati a bordo pista, c’è sempre la possibilità di seguire la diretta comodamente davanti alla tv, dalle 7.40 su Sky Sport Arena o in replica mercoledì su RTTR alle ore 21.  NEWSPOWER

RELAX E “SCI STRETTI” IN ALTO ADIGE LA GRAN FONDO VAL CASIES DICE GIÀ 35 KM

Pubblicato by il 16:21 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

RELAX E “SCI STRETTI” IN ALTO ADIGE LA GRAN FONDO VAL CASIES DICE GIÀ 35 KM

30 giorni al via della Gran Fondo Val Casies del 15 e 16 febbraio

Iscrizioni da non perdere entro il 31 gennaio

35 km di pista aperta! Percorsi di 30 o 42 km

MINI Val Casies per tutti i piccoli dello sci di fondo

“Percorso perfetto!”, confida il presidente Walter Felderer. Che il comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies del 15 e 16 febbraio fosse attento e preparato già lo si sapeva, ma quest’anno grazie anche alla rigidità delle temperature ha deciso di superarsi, mettendo a disposizione 35 chilometri di pista con largo anticipo, in attesa del definitivo completamento che avverrà entro il 25 gennaio.

30 o 42 km in un perfetto mix tra neve naturale e artificiale, da percorrersi in tecnica classica (sabato) o libera (domenica), ma la parola più corretta per definire la pratica dello sci di fondo in quest’area è ‘idilliaca’, una valle immersa nella natura montana rimasta ancorata alle proprie radici. Un paesaggio che quando viene illuminato dai raggi di sole mostra tutta la propria bellezza ed è protagonista di un ‘turismo’ che cerca innanzitutto il relax. Benessere ma anche tanto sport ed agonismo, alla volta del completamento di una Gran Fondo che… non si ferma mai e che dal 1984 non manca mai all’appello del calendario fondistico nazionale. Se c’è una garanzia, quella è la Gran Fondo Val Casies. Le partecipazioni stanno andando a gonfie vele con Matteo Tanel, campione del mondo di skiroll, ad indossare il pettorale numero 1, accompagnato dai titolati colleghi del Team Robinson Trentino, su tutti la polacca Justyna Kowalczyk e il russo Alexander Panzhinskiy, a rimpinguare il bottino di supermedagliati della Gran Fondo Val Casies.

La manifestazione attinge sempre dall’affezione degli amatori, riservando iscrizioni a quote imperdibili entro il 31 gennaio: 58 euro per competere in tecnica classica, un euro in più per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun, 76 euro per entrambe le competizioni senza classifica, e tariffe agevolate per i più giovani.

Giovani ma anche giovanissimi schierati ai nastri di partenza della MINI Val Casies, che non è più un semplice contorno, bensì una vera e propria competizione per astri nascenti dello sci di fondo a tutti gli effetti. È inoltre ancora in atto la partnership con il Campionato del Mondo di biathlon che invita gli spettatori stessi a gareggiare in Val Casies, e i concorrenti della ski-marathon a recarsi ad Anterselva ad assistere al prestigioso evento, una proposta anch’essa a disposizione entro e non oltre il 31 gennaio. La Gran Fondo verrà ancora una volta premiata dai canali di Rai Sport, proseguendo la lunga narrazione che dura dal 1984.  NEWSPOWER

Video Mastertour della Pustertaler Ski Marathon 2020

Pubblicato by il 9:15 in Articolo slideshow, News, Video | Commenti disabilitati

Video Mastertour della Pustertaler Ski Marathon 2020

E’ on-line il video mastertour della Pustertaler Ski Marathon 2020!!

buona visione a tutti!

2000 ISCRITTI E PISTA PRONTA ALLA DOBBIACO-CORTINA 70% DI STRANIERI PER LA GRANFONDO “CHE UNISCE”

Pubblicato by il 8:54 in News | Commenti disabilitati

2000 ISCRITTI E PISTA PRONTA ALLA DOBBIACO-CORTINA 70% DI STRANIERI PER LA GRANFONDO “CHE UNISCE”

43.a Granfondo Dobbiaco-Cortina l’1 e il 2 febbraio

Ai vincitori della 43.a edizione due tori: “Giovanni” e “Ferdinando”

Pista pronta, mancano solamente 800 metri prima del traguardo di Cortina

Entro il 29 gennaio: iscrizioni a 100 euro (42 km) e 75 euro (32 km)

2000 fondisti iscritti, al 70% stranieri, con tutta la pista di 42 km completata eccezion fatta per gli ultimi 800 metri prima del traguardo cortinese. La Granfondo Dobbiaco-Cortina dell’1 e 2 febbraio procede a vele spiegate, garantendo come sempre competenza organizzativa ed un manto innevato spettacolare, dall’aeroporto militare di Dobbiaco al cuore di Cortina d’Ampezzo, con i percorsi di 42 km e 32 km da affrontare nella stessa direzione di marcia. Affluenza considerevole alla 43.a edizione, ma le iscrizioni sono ancora apertissime, alle cifre di 100 euro per la competizione in tecnica classica della giornata di sabato e di 75 euro per il contest in tecnica libera sulla distanza più breve (e valevole come prova Challengers) in quella di domenica, il tutto entro il 29 gennaio, pochi giorni prima dello start. Il norvegese Tord Asle Gjerdalen, già vincitore dell’evento in tre edizioni, proclama di cercare il poker, ma nel frattempo a spadroneggiare nel circuito Visma Ski Classics c’è il giovane svedese Emil Persson, che alla scorsa Kaiser Maximilian Lauf si è imposto sul norvegese del Team Ragde Andreas Nygaard e sul connazionale Marcus Johansson. Tra le donne invece altra sorpresa e altro successo svedese, ma non con la ‘solita’ Britta Johansson Norgren (giunta seconda), bensì con Lina Korsgren. Terza la norvegese Astrid Slind che aveva vinto “La Venosta”. Ora passaggio elvetico a “La Diagonela” prima di sfilare verso l’Italia con il prestigioso duetto Marcialonga e Dobbiaco-Cortina. E come disse uno dei pionieri dello sci, Otto Schniebs: “Qualunque sia il grado di abilità che uno sciatore può possedere, non dovrebbe mai dimenticare che i suoi sci sono dopo tutto solo uno strumento, un mezzo attraverso il quale egli può godere l’inverno in tutto il suo splendore e la robustezza, respirando l’aria fresca e pulita, incontrando altri esseri umani nel loro vero carattere, e dimenticando tutti i problemi che affliggono la nostra meschina civiltà. Queste sono alcune delle ragioni per le quali lo sci non è solo uno sport – è un modo di vivere”. Per questo la Granfondo Dobbiaco-Cortina viene scelta non solo dai campionissimi Visma Ski Classics, ma anche da numerosi amatori che ogni anno si godono la spettacolare passeggiata sugli sci da fondo in totale serenità e tranquillità, un’area che pare disegnata su misura per la pratica fondistica. E se ha destato curiosità la notizia della consegna di due tori, uno ciascuno, ai vincitori della gara, ora sappiamo anche i nomi dei bovini: “Giovanni” e “Ferdinando”, presentati tramite un assegno con la loro figura disegnata sul traguardo di Cortina. Dopodiché i protagonisti decideranno se rivenderli o… tenerli come animali da compagnia!  NEWSPOWER

“THE GOOD AND THE BAD” ALLA MARCIALONGA SUPERDARIO COLOGNA E PETTER NORTHUG AL VIA!

Pubblicato by il 8:52 in Articolo slideshow, News | Commenti disabilitati

“THE GOOD AND THE BAD” ALLA MARCIALONGA SUPERDARIO COLOGNA E PETTER NORTHUG AL VIA!

47.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa il 26 gennaio

Due campionissimi che hanno fatto la storia dello sci di fondo si affrontano

Cologna dalla Coppa del Mondo alle lunghe distanze, “Jantelov” suda per tornare in pista

La tappa di Visma Ski Classics già ricca di campioni si anima di nuovi protagonisti

L’incontro di 70 km tra i due ‘pesi massimi’ si terrà il 26 gennaio nelle Valli di Fiemme e Fassa, all’angolo destro del ring Marcialonga, nato l’11 marzo 1986,179 cm per 74 kg, c’è l’italo svizzero Dario Cologna detto “SuperDario”, all’angolo sinistro invece, nato il 6 gennaio 1986, 185 cm per 82 kg (pare…), c’è il norvegese Petter Northug, detto “Jantelov” o “Thug” sfruttando l’assonanza con il cognome. Due campionissimi, due leggende dello sci di fondo che hanno scelto il manto innevato trentino della Marcialonga di Fiemme e Fassa per tornare ad affrontarsi, il primo con i colori del Team COOP Norvegia, il secondo come “Marcialonga Ambassador” assieme ai fenomeni di Visma Ski Classics specializzati nelle sfide long distance. Cologna ‘scenderà’ direttamente dalla Coppa del Mondo, Northug sta invece sudando (e non è un eufemismo…) per tornare ad un buon livello dopo il ritiro. La carriera dei due parla da sola, e i due personaggi non potrebbero essere più agli antipodi, lo svizzero (di papà trentino e mamma altoatesina) che parla ladino è tranquillo e riservato, il norvegese esuberante, scontroso, lo Zlatan Ibrahimovic dello sci di fondo. Northug si fa testimone della ‘Legge di Jante’ (in norvegese Janteloven), Dopo il ritiro dalle gare di Coppa del Mondo (84 podi in Coppa del Mondo, 13 ori mondiali, 2 ori olimpici), il campione più chiacchierato dello sci di fondo mondiale tornerà così a far parlare di sé (anzi, non ha mai smesso…), schierandosi al via della prossima Marcialonga di Fiemme e Fassa. Lo aveva sussurrato che aveva due obbiettivi quest’anno, la Marcialonga e la Vasaloppet. Sarà Ambassador Marcialonga in virtù anche dei buoni rapporti con COOP Norvegia, maggior partner commerciale di Marcialonga.

Il 34enne norvegese aveva partecipato alla Marcialonga nel 2012 giungendo decimo, e la sua presenza sarà una “manna” per giornalisti e media, travolti dalle sue ‘perle’ praticamente a cadenza giornaliera. Si vocifera infatti che dal ritiro di Petter in Norvegia non abbiano più molto da regalare ai lettori, Klaebo non è altrettanto loquace… Il “thug” da quando ha smesso ha, tra le altre cose, creato una linea di abbigliamento a suo nome, scritto un libro “Min Historie”, rimanendo sempre autore di numerose “sparate” come quando dichiarò di sognare una vacanza a Bali con Dorothea Wierer. Ma tra le stranezze di Petter Northug jr la più incredibile è forse che tra i testimonial della sua linea di abbigliamento vi è nientemeno che… Calle Halfvarsson! L’avversario più ‘beccato’ dallo stesso Northug: “Se dovesse vincere Halfvarsson mi ritirerei” o “Non avrebbe dovuto nemmeno fare il fondista”, solo per citare alcune dichiarazioni del norvegese contro il fondista svedese, terra che lo stesso Northug ora dice ironicamente di amare alla follia. Nel bel mezzo una miriade di successi che, nonostante lo stile “tutto suo”, eleggono Petter Northug tra i fondisti più forti di tutti i tempi. E non è un caso se l’idolo del forte Johannes Høsflot Klæbo sia proprio lui, seppur anche in questo caso i due siano diametralmente opposti dal punto di vista caratteriale. Ed alla Marcialonga Petter conta di lanciare la sua nuova linea di occhiali.

Anche la carriera di Dario Cologna parla da sola, dall’alto dei suoi quattro ori olimpici, uno mondiale, quattro trofei di Coppa del Mondo e anche quattro Tour de Ski, impresa che a Northug non è mai riuscita. Più che scoprire chi avrà la meglio tra i due, sarà interessante avere due personaggi di tale livello e calibro al via, con la Marcialonga di Fiemme e Fassa a confermarsi mèta ambita dai migliori atleti del pianeta, anche da quelli che hanno fatto e sono la rappresentazione vivente della storia dello sci di fondo.

Il giovane Emil Persson, attuale leader di Ski Classics, stavolta non dovrà difendersi solo da Nygaard, Gjerdalen a caccia del poker di vittorie, Eliassen, vincitore 2019, ci sarà anche Cologna che ha fatto sapere tramite il Team Coop “I will race to win”, e l’elvetico sarà anche il capitano del team Coop che schiererà oltre 70 atleti al via della 47.a Marcialonga. Da Northug ci si può aspettare di tutto, per ora lui vorrebbe essere il mentore per i 1.493 norvegesi iscritti. Di sicuro sarà il protagonista mediatico.

Intanto gli organizzatori stanno completando gli ultimi chilometri di pista con neve programmata in attesa di qualche nuova spruzzata di neve che imbianchi il panorama.  NEWSPOWER

G.S. CASTELLO PRONTO ALL’“INVASIONE” DALLA SPAGNA AL BRASILE… PER LO SKIRI TROPHY

Pubblicato by il 11:01 in News | Commenti disabilitati

G.S. CASTELLO PRONTO ALL’“INVASIONE” DALLA SPAGNA AL BRASILE… PER LO SKIRI TROPHY

37° Skiri Trophy XCountry il prossimo weekend in Trentino

Percorsi a disposizione consultabili sul nuovo sito web

Kinder Joy of Moving conferma il trofeo fair play e ‘regala’ zainetto e borraccia termica ai vincitori

Attesi al Centro del Fondo anche i concorrenti “Revival”

Gruppo Sportivo Castello pronto all’invasione di bimbi sul manto innevato del Centro del Fondo di Lago di Tesero che il prossimo weekend – nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 gennaio – ospiterà lo Skiri Trophy XCountry. Nazioni da tutto il mondo sono pronte a schierarsi al via in Val di Fiemme, dopo le ultime imprese degli atleti di Coppa del Mondo di Combinata Nordica, e dai luoghi più disparati, dalle iberiche Spagna e Andorra, alle vicine Slovenia e Bulgaria per non parlare del lontano Brasile e di molti altri ancora, tutti paesi che hanno già aderito alla manifestazione del preparato e longevo comitato trentino. Gli arrivi proseguono incessanti, mentre il G.S. Castello con l’ultima riunione ha definito i dettagli di un evento che ha ancora molto da raccontare e che proporrà le consuete e numerose iniziative collaterali. I percorsi sono stati confermati e sono i medesimi della scorsa annata, pronti ad impegnare le categorie Baby, Cuccioli, Allievi e Ragazzi lungo tracciati ad hoc per tutte le età, consultabili al rinnovato sito web dello Skiri Trophy. I giovanissimi potranno sì divertirsi, ma chi lotterà per le prime posizioni riceverà dei riconoscimenti speciali grazie ad una ricca premiazione che coinvolgerà i primi dieci di ogni categoria, come sempre col contributo e la generosità degli sponsor. Il comitato organizzatore del Gruppo Sportivo Castello fa di tutto per intrattenere i piccoli avventurieri degli sci stretti, d’altronde sono loro i veri protagonisti dell’evento, e per questo li coinvolgerà anche con due video ‘emozionali’ che i giovanissimi potranno effettuare ed inviare direttamente al comitato che li pubblicherà sui canali social dello Skiri Trophy, immortalando qualche momento significativo, il proprio divertimento o qualche episodio curioso. Durante la serata di giuria il comitato premierà anche il video vincitore dei ragazzi spagnoli della passata edizione. Confermato inoltre il premio fair play promosso dal partner Kinder Joy of Moving, anch’esso pronto a celebrare chi si sarà distinto positivamente, fungendo da esempio o d’aiuto, come quando un concorrente si fermò ad aiutarne un altro caduto, compromettendo la propria gara. Non sarà l’unico ‘omaggio’ di Kinder poiché il main partner offrirà anche uno zainetto e una borraccia termica a tutti i vincitori – oltre al fornitissimo pacco gara messo a disposizione dal G.S. Castello a tutti i partecipanti dello Skiri Trophy. E dopo la sfilata di ex concorrenti tornati a Lago di Tesero in occasione del Tour de Ski, tra i quali Anamarja Lampic, Miha Simenc e i vari azzurri Mikael Abram, Michael Hellweger e Stefan Zelger, a molti sarà venuta la nostalgia di quando sgambettavano felici sulle nevi fiemmesi, tanto da voler ritornare partecipando al prossimo Skiri Trophy Revival.

NEWSPOWER