Categories Menu

Pubblicato by il dic 1, 2019 in Articolo slideshow, News |

TRENTENNALE SHOW DELLA “SGAMBEDA” A LIVIGNO BRILLANO SOLE E I TRANSALPINI JAY E CHOPPARD

TRENTENNALE SHOW DELLA “SGAMBEDA” A LIVIGNO  BRILLANO SOLE E I TRANSALPINI JAY E CHOPPARD

Ieri a Livigno la “Sgambeda” festeggiava il trentennale sui 30 km skating

Renaud Jay regola il connazionale Jean Marc Gaillard e Toni Livers

Tra le donne Celine Lallier Choppard su Klara Moravcova e Alicia Choron

Oggi Livigno Prologue Visma Ski Classics di 35 km

Meglio di così non si poteva festeggiare il trentennale della “Sgambeda”, celebrato ieri a Livigno assieme alla perfetta commistione tra atleti della provincia di Sondrio, amatori, ex atleti di Coppa del Mondo e tanti russi. E a trionfare è stato il francese Renaud Jay, bravo a sfruttare le proprie doti di sprinter regolando il connazionale Jean Marc Gaillard e Toni Livers, mentre al femminile altro successo transalpino per Celine Lallier Choppard sulla ceca Klara Moravcova e su un’altra fondista francese, Alicia Choron.

Giornata meravigliosa per lo sci di fondo, con uno splendido sole ad illuminare le impeccabili piste livignasche, nella 30 km in tecnica libera che in questo weekend fungeva da ‘prova d’intervallo’ fra le due sfide Visma Ski Classics Pro Team Prologue e Livigno Prologue, quest’ultima di 35 km in tecnica classica a svolgersi nella giornata di oggi. Atleti brillanti, in anticipo sui tempi di marcia e con una neve velocissima hanno affollato il “Piccolo Tibet”, percorrendo le dure salite verso Passo Forcola dove il quintetto di testa vedeva due svizzeri, due francesi e un finlandese. Si trattava di Martin Jäger e Toni Livers, quattro Olimpiadi all’attivo, dei francesi Renaud Jay e Jean Marc Gaillard e del finlandese Kari Varis. E a completare il lotto di partenti di prestigio vi era anche l’oro olimpico e tre volte oro mondiale Nikita Kriukov, uno che quando inforca gli sci stretti vuole sempre dire la sua, senza dimenticare il campione del mondo in carica di skiroll, l’azzurro Matteo Tanel, protagonista proprio con il russo di un avvincente rush finale. Mentre i maschi proseguivano a spron battuto, la francesina Choppard – 38.a posizione assoluta al passaggio di Passo Forcola – teneva duro, con la Moravcova seconda ma già distante, mentre Alicia Choron si trovava in 68.a posizione assoluta e terza tra le donne.

La tecnica libera l’ha fatta da padrona, dimostrando la vitalità dello skating che ancora resiste allo spadroneggiare dei “binari”, e i fondisti hanno potuto così divertirsi una volta di più all’interno dell’assolato “Piccolo Tibet”. I due francesi nel lotto di testa si spalleggiano e Livers non riesce a rimanere a contatto quando mancano 4 chilometri al traguardo, ben salda invece la contesa femminile con la Choppard nettamente davanti. Matteo Tanel è nono, ma l’azzurro recupera posizioni e taglia il traguardo all’ottavo posto senza tuttavia riuscire a battere Kriukov al fotofinish. Rispettivamente quarta e quinta posizione per Kari Varis e Martin Jäger, mentre il traguardo si colora di blu, bianco e rosso grazie ai galletti Jay e Gaillard, e lo svizzero Livers – poco più attardato – a doversi accontentare della terza posizione. In trent’anni di Sgambeda solo nel 2014 aveva vinto un francese, Benoit Chauvet, e Jay è felice di aver rimpolpato l’albo d’oro: “Grandissima giornata – afferma – sono stato bene su tutta la salita ma non è stato facile con Gaillard, passando Livers e finendo forte”.

C’è gloria anche per i senatori, come Gelsomino Cusini che delle 30 edizioni non ne ha mai mancata una: “Essendo di Livigno è sempre un onore essere qua. Ho la fortuna di stare bene e di non aver mai avuto neanche un raffreddore nel giorno della Sgambeda! Poi con una giornata del genere…”. Anche Matteo Tanel si è detto onorato di aver fatto a sportellate nientemeno che con un campione olimpico e mondiale nello sci di fondo: “Avevo degli sci incredibili, ho aspettato il finale per attaccare, ma Kriukov ha avuto la meglio”. Nessun ribaltamento di fronte invece nella contesa femminile, con Choppard, Moravcova e Choron – segnalando l’arrivo in quarta posizione dell’idolo di casa e argento mondiale Marianna Longa – a proseguire come avevano cominciato. Felice della propria performance la francese: “Bellissima giornata, sono partita subito forte e dopo sono rimasta con un gruppo di maschi, seguendo loro fino al traguardo. Meglio di così non poteva andare”.

E non è finita qui, perché – dopo il Pro Team Tempo – Visma Ski Classics riparte oggi con la sfida domenicale Livigno Prologue, 35 km con i migliori interpreti al mondo delle lunghe distanze a scendere nuovamente in pista, sognando magari la giornata che ieri hanno vissuto tutti i concorrenti ed appassionati della “Sgambeda” numero 30.

Info: www.lasgambeda.it

Classifica maschile
1 Jay Renaud French Cross Country Ski Team FRA 01:06:18; 2 Gaillard Jean Marc French Cross Country Ski Team FRA 01:06:20; 3 Livers Toni Team Bsv SUI 01:06:22; 4 Varis Kari Northern Fish Hätälä FIN 01:06:51; 5 Jäger Martin SUI 01:08:32; 6 Engdahl Petter SWE 01:08:35; 7 Kriukov Nikita Resultfit RUS 01:09:35; 8 Tanel Matteo Robinson Ski Team ITA 01:09:35; 9 Chanoine Didier Dario S.C. Valdigne Mont Blanc Asd ITA 01:09:38; 10 Solodov Ivan RUS 01:09:50

Classifica femminile
1 Choppard Lallier Celine Team Nordique Credit Agricole FRA 01:16:28; 2 Moravcova Klara Ski Klub Jablonec CZE 01:17:35; 3 Choron Alicia Team Nordique Credit Agricole FRA 01:22:00; 4 Longa Marianna ITA 01:23:11; 5 Nöhmeier Hanna Team Zipps GER 01:23:19; 6 Moyse Claire Team Nordique Credit Agricole FRA 01:24:24; 7 Nemtsova Nina  RUS 01:25:17; 8 Gentile Marta Team Futura – Asd White Fox ITA 01:26:20; 9 Byfuglien Marianne NOR 01:26:38; 10 Zernova Natalia Zernov Team RUS 01:26:59   NEWSPOWER