Categories Menu

Pubblicato by il feb 16, 2019 in Articolo slideshow, News |

VAL CASIES TERRA DEL SOLE E DELLA NEVE KOWALCZYK E KARDIN INARRESTABILI ALLA GRAN FONDO

VAL CASIES TERRA DEL SOLE  E DELLA NEVE  KOWALCZYK E KARDIN INARRESTABILI ALLA GRAN FONDO

Gran Fondo Val Casies oggi e domani in Alto Adige

La stella Ski Classics Oskar Kardin tiene a bada gli azzurri Brigadoi e Ferrari

La leggenda Kowalczyk nettamente davanti a Franziska Mueller

Non è finita qui: domani 30 e 42 km in tecnica libera

Oggi andava in scena una 36.a edizione della Gran Fondo Val Casies tra le più interessanti di sempre, visti i nomi di prestigio e la curiosità per la nuova “invenzione” del comitato organizzatore altoatesino, a tenere tutti in fibrillazione. La Val Casies è la terra del sole e della neve e l’ha dimostrato ancora una volta, i fondisti hanno così trovato in Alto Adige uno scenario magnifico nel quale competere, con tutti soddisfatti del nuovo start verso Santa Maddalena, e la splendida giornata ad illuminare il manto innevato. Nessuna sorpresa per quanto riguarda i risultati, Oskar Kardin è uno dei migliori atleti del challenge Visma Ski Classics e l’ha fatto vedere nel percorso di 42 km in classico della Gran Fondo: “Ci stiamo allenando in altitudine prima della Vasaloppet, ho visto questa bella gara e ho deciso di competervi. Riferirò anche ai miei compagni di squadra perché merita veramente”, dando qualche metro agli azzurri del Team Trentino Robinson Mauro Brigadoi e Francesco Ferrari. Il team azzurro ha tuttavia rubato la scena con la regina polacca dello sci di fondo Justyna Kowalczyk, autrice letteralmente di un’altra gara, ad imporsi – per usare un eufemismo – sulla tedesca Franziska Mueller. Nella 30 km ancora festeggiamenti per il Team Trentino Robinson con Lorenzo Busin più veloce di Simone Varesco e Lorenzo Cerutti, e Chiara Caminada ad avere la meglio su Petra Tanner (AUT) e Federica Simeoni. Pronti, via, lo start in località San Martino è in salita, contrariamente alla discesa delle passate edizioni, una novità che è piaciuta a tutti: “Molto meglio così, il gruppo si sgrana subito e si evitano rischi inutili”, diranno i partecipanti in coro. Dopo lo start gli undici binari per griglia sono diventati 9, a seguire 7 e 5, in direzione Santa Maddalena per 1.8 km sino al giro di boa ai piedi della salita, tornando a tre binari fino alla partenza del percorso della 42 km e proseguendo – sempre sul tracciato inedito – fino ai grandi prati nei pressi della vecchia partenza al km 5.7 circa, innestandosi verso il percorso tradizionale in direzione Colle dopo una divertente discesa. Nel ritorno dopo il giro di boa i fondisti si sono leccati i baffi con tre nuove salite, la prima con pendenza del 10%, la seconda al 12% e la terza al 7%. Sin dalle prime fasi si capisce come andrà a finire nella prova femminile, Justyna Kowalczyk guadagna infatti una decina di metri appena dopo la partenza, e arriverà in scioltezza sul traguardo nemmeno affaticata. Una prima volta per lei in Val Casies: “Difficile partire dopo i maschi e trovarseli davanti poco dopo, ho pensato solo a divertirmi e a non guardare dove fossero le altre ragazze (non le crediamo…). È la prima volta per me qui, quest’area è molto suggestiva”, dirà la campionessa sul traguardo, la quale ha avuto tutto il tempo di andarsi a cambiare aspettando l’arrivo della seconda classificata Franziska Mueller: “Impossibile star dietro a Justyna, lei è una leggenda dello sci di fondo”, e Asia Patini, sul gradino più basso del podio. Qualche cambio di posizione c’è stato invece al maschile, soprattutto con Mauro Brigadoi a tentare di mettere i bastoni tra le ruote allo svedese, con il trentino a trovarsi davanti a Kardin al traguardo Alperia di Tesido, e anche Busin – poi vincitore della 30 km, in seconda posizione, prima di pagare pegno da Kardin allo sprint Südtirol. Una strategia impeccabile quella di Bruno Debertolis, coach del Team Trentino Robinson, schierando le frecce al proprio arco in gare differenti anzichè tutte nella stessa, così da portarsi a casa un maggior numero di successi: “Più di così non potevamo chiedere, nonostante fossimo solo io e Loris Frasnelli a gestire la squadra. Tutti ci hanno fatto i complimenti per gli sci incredibili. La strategia nostra, pur sacrificando qualche atleta che voleva cimentarsi con la 42 km, ha pagato”. Nella 30 km l’ottimo Busin si prende dunque lo scettro di migliore, con Varesco a mollare le redini sul finale: “Pista fantastica, a metà gara si è spezzato il gruppo e ho provato a tirare gli ultimi 10 km, portando la vittoria a casa”, dirà Busin. A completare il quadro l’azzurra Visma Ski Classics Chiara Caminada: “è andata bene, pista perfetta e sci veloci, nonostante il mal di schiena, più di così non potevo sperare”.

La Gran Fondo Val Casies, prova del circuito Euroloppet, non si ferma qui e domani si gareggerà in tecnica libera, a partire dalle ore 9 con gli élite maschi che precederanno donne e concorrenti Just for Fun, e con Rai Sport a trasmettere le immagini dalle 7.47 alle 9.45 e dalle 13.45 alle 14.10.

La prima delle due giornate dedicate allo sci di fondo in Val Casies meglio di così non poteva andare, per la gioia del presidente Walter Felderer, di volontari e addetti ai lavori.

Per info: www.valcasies.com

www.broadcaster.it

42 km CT maschile

1. Kardin Oskar Team Ragde Eiendom 1:51.05,7; 2. Brigadoi Mauro Team Trentino Robins. 1:51.41,7; 3. Ferrari Francesco Team Trentino Robins. 1:53.04,6; 4. Amhof Manuel Team Futura 1:53.43,0; 5. Eriksson Robert Björkfors GoIF 1:56.46,5; 6. Mich Stefano Team Futura 1:57.59,3; 7. Conti Tiziano US Cornacci Tesero 1:58.01,2; 8. Solli Tarjei Forsøk IL, Norway 2:05.57,1; 9. Defrancesco Mathias U.S.D.Cermis 2:06.27,5; 10. Giovanelli Luca Us Stella Alpina Car. 2:06.45,3

42 km CT femminile

1. Kowalczyk Justyna Team Trentino Robins. 2:04.09,4; 2. Müller Franziska SC Immenstadt /Team . 2:21.56,5; 3. Patini Asia Società Sportiva Fo. 2:41.26,5; 4. Maccagnan Anna G.S. Castionese 2:49.36,8; 5. Evangelist Julia A-Grundlsee 3:03.00,5; 6. Uber Carlotta G.S. Brentonico 3:05.20,3; 7. Perenzoni Elisa SottoZero Nordic Team 3:14.59,4; 8. Ladini Chiara Vasabroke Poiana 3:21.08,2; 9. Messner Maria USV Thalgau 3:31.36,9; 10. Piazzi Annamaria Ski Team Fassa 3:33.38,0

30 km CT maschile

1. Busin Lorenzo Team Trentino Robins. 1:17.42,4; 2. Varesco Simone Team Trentino Robins. 1:17.53,1; 3. Cerutti Lorenzo Team Rossignol 1:20.20,0; 4. Kargruber Reinhard Team Futura 1:20.20,2; 5. Mich Riccardo Team Futura 1:20.33,2; 6. Duci Patrick Skimarathon Team Aus. 1:22.05,1; 7. Peshkov Iurii PeshSkiRow 1:23.14,5; 8. Schwingshackl Matthias Team Futura 1:23.16,2; 9. Siegel Jonas WSV Schönsee 1:23.37,8; 10. Lorenzi Christian Sci club valle Pesio 1:24.01,5

30 km CT femminile

1. Caminada Chiara Team Trentino Robins. 1:36.50,3; 2. Tanner Petra Skimarathon Team Aus. 1:39.48,7; 3. Simeoni Federica Sport Auer Obertill. 1:41.40,8; 4. Felderer Barbara A.S.V. 5V Loipe 1:43.59,9; 5. Huber Silvia ASV 5V Loipe Volksbank 1:46.05,4; 6. Moroder Judith ASC Gröden 1:46.34,9; 7. Mayer Melina Xc-ski.de AIN Skimar. 1:47.05,2; 8. Otto Grit Sportcollection  1:55.54,4; 9. Stoll Brigitte RG 5V Loipe 1:55.58,6; 10. Merilo Helen Karupesa Team 1:57.58,0

NEWSPOWER